ar bg ca zh-cht cs da nl en et fi fr de el ht he hi hu id it ja ko lv lt no pl pt ro ru sk sl es sv th uk vi

L'importanza del premio

L'educazione del cucciolo, oltre ad essere un dovere del padrone, è prima di tutto un piacere. Iniziare con il piede giusto permette di avere cuccioli più equilibrati e rinforza il nostro rapporto con lui, con l'intera famiglia e con la società  che lo circonda.

Partendo da questo concetto, di seguito voglio soffermarmi di più sull'importanza del premio e che questo rappresenta nella vita del cane.

 

Pesnate di essere piccoli e di non avere conoscenza alcuna. Vi vengono chieste un infinità  di cose, ma al momento sentite solo vocalizzi, più o meno acuti e tanti oggetti che si muovono, ma all'improvviso arriva una crocchetta o un cibo prelibato. Dopo qualche secondo provo piacere e benessere. Penso di aver fatto qualche cosa di bello, ma ancora non ricordo, anche perchè di cose ne sto facendo moltissime.

 

Infatti, la vita del cucciolo è piena di stimoli, e pertanto la discriminazione di quello che sembra essere un passo semplice da parte nostra, tante volte non lo è per il cucciolo, vuoi perchè è distratto, vuoi perchè pretendiamo da lui cose al di sopra delle sue possibiità .

 

Rispettate anche il suo ritmo biologico, il cucciolo ha bisogni che deve soddisfare, come dormire, mangiare e le sue piccole deiezioni.

 

La fragilità  emotiva del cucciolo è un elemento fondamentale da tenere in considerazione, quindi l'utilizzo del premio, come trumento di apprendimento, deve essere coerente con l'età  del nostro cane e calibrato a dovere per la sua attuale capacità  di apprendimento. Educatelo senza utilizzo di costrizioni altrimenti avrete l'effetto oppostio.

 

Il premio (sotto forma di cibo, carezze, giochi, voce dolce e altro) rinforza la motivazione del cucciolo, ovvero quello stimolo che permette di compiere determinate azioni. Per essere efficace quindi deve essere gratificante per lui e deve arrivare nel minor tempo possibile dall'esecuzione dell'azione desiderata (massimo 2/3 secondi). Pensate a quello che più si adatta per il vostro cucciolo e utilizzate quello come strumento di apprendimento.

 

Inventatevi un esercizio semplice, e se volete scrivetemi per avere suggerimenti, dopodichè provate a farlo una o due volte al giorno per un massimo di cinque minuti.

Buon divertimento...

 

Angelo Romanò (Educatore cinofilo APNEC e CSEN)

Joomla templates by a4joomla
server monitoring