ar bg ca zh-cht cs da nl en et fi fr de el ht he hi hu id it ja ko lv lt no pl pt ro ru sk sl es sv th uk vi

Non tutti i cuccioli sono uguali

Come detto già nel titolo: "Non tutti i cuccioli sono uguali", e non mi stancherà mai di ripererlo. Ovviamente non mi riferisco all'aspetto esteriore, ma al comportamento stesso, alla capacità di apprendere, l'aspetto chinestetico (come si muove), la capcità di concentrazione e quanto altro vi possa venire in mente. L'educazione del cucciolo si compie a tappe, gradualemnte, con un lento ma proficuo lavoro.

Il cucciolo, come tale, ha una ridotta capcità di concentrazione, questo perchè non è mai stato abituato a sessioni di lavoro e anche perchè lavorare stanca.

 

Cominciare gradualmente permetterà al cucciolo e a voi stessi di prendere confidenza con il lavoro di educazione e migliorerà la vostra relazione. Non superate più di tre sessioni al giorno e non impegnatelo per più di cinque minuti, in quanto, non essendo abituato potrebbe stancarsi e prendere con malavoglia il lavoro nelle successive sessioni.

 

I lavori che si possono fare sono: incontri con altri cani o altri animali, incontri con bambini o adulti, luoghi più o meno affollati e quello che la vostra fantasia o esigienza suggerisce.

 

Ricorda ... gradualmente.

 

Se non vi sentite pronti, chiamatemi, vi saprà consigliare nella maniera più opportuna.

 

Angelo Romanò (Educatore cinofilo APNEC e CSEN)

Joomla templates by a4joomla
server monitoring